Guerra dei brevetti: Samsung deve a Apple 290 milioni-Tinydeal

23 Nov 2013 06:17
Tags

Back to list of posts

Il tribunale del Northern District della California ha imposto a Samsung una multa da 290 milioni di dollari da pagare ad Apple per la violazione di alcuni dei suoi brevetti. Il verdetto della giuria, raggiunto dopo tre giorni di discussione, è inferiore ai 380 milioni di dollari richiesti da Apple, ma è molto più dei 52 milioni dollari che Samsung cavi USB era disposta a pagare. Apple ha ottenuto l’intero importo che ha sostenuto di aver perso in termini di profitti e royalty, e la maggior parte dei profitti, che sempre secondo la tesi di Apple, Samsung ha indebitamente realizzato.
Il verdetto rappresenta una seconda vittoria per Apple nella sua lotta pluriennale contro Samsung. L’anno scorso una giuria dello stesso tribunale di San Jose ha stabilito che Samsung doveva pagare poco più di un miliardo di dollari per aver violato cinque brevetti di Apple nella realizzazione di diversi telefoni e tablet. Ma poi, il giudice Lucy Koh ha ordinato un nuovo processo, perché la giuria precedente aveva applicato una “teoria giuridica inammissibile” per i suoi calcoli. Il verdetto di ieri è il risultato di questo nuovo processo .
Con questo verdetto, Samsung deve complessivamente alla Mela circa 930 milioni di dollari.
“Per Apple , questo caso ha sempre rappresentato qualcosa di più di brevetti e denaro”, ha dichiarato Apple in un comunicato. “Riguarda l’innovazione e il duro lavoro necessario nell’inventare prodotti che la gente ama. Anche se è impossibile mettere un cartellino del prezzo su questi valori, siamo grati alla giuria per aver dimostrato a Samsung che copiare ha un costo“.
“Siamo delusi dalla decisione di oggi, che si basa in gran parte su un brevetto che il Patent and Trademark Office degli Stati Uniti ha recentemente ritenuto non valido“, ha detto Samsung in reazione alla notizia. Il colosso coreano ha dichiarato che proseguirà la causa.
I giurati hanno parlato di disaccordo iniziale su alcune delle questioni chiave del caso, ma alla fine hanno raggiunto un verdetto unanime, riconoscendo che Samsung semplicemente, non ha presentato prove sufficienti per sostenere il suo caso.
Nel corso dei cinque giorni di dibattito, Apple ha sostenuto che avrebbe venduto centinaia di migliaia di iPhone in più se non fosse stato per la violazione dei brevetti da parte di Samsung, e che le spettavano le centinaia di milioni di dollari che Samsung ha realizzato vendendo i propri dispositivi.
Samsung ha presentato ricerche di mercato condotte da Apple e terze parti che hanno mostrato una miriade di ragioni per cui le persone hanno acquistato i suoi smartphone, tra cui gli schermi grandi, la durata più lunga della batteria e la stretta integrazione con Google. Samsung ha sostenuto che la presenza della tecnologia brevettata di Apple in tali dispositivi non avrebbe cambiato le decisioni di acquisto dei consumatori, e quindi Apple non aveva diritto a richiedere dei danni.
I giurati hanno detto hanno concesso ad Apple tutti i 114 milioni dollari che la società ha chiesto come perdita di profitti (Samsung smartphone android 4.7 & marche sosteneva di non dovere alcun rimborso), ulteriori 35 milioni di dollari in royalty (Samsung era disposta a pagare 28mila dollari), e 142 milioni di dollari calcolati sui profitti di Samsung, una cifra inferiore ai 231 milioni di dollari pretesi da Apple, ma superiore ai 52 milioni di dollari che Samsung sosteneva di dover corrispondere.
I giurati che hanno parlato con i giornalisti fuori dal tribunale hanno inoltre convenuto che Apple non gode di alcun vantaggio, rispetto a Samsung, per il fatto di giocare in casa.

Comments: 0


Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License